Bando Servizio Civile Universale 2020

Disponibili 4 posti presso la Casa Madre Ester e 2 posti presso il Centro Studi Sociali di Scerne di Pineto; 4 posti presso il Nido del Focolare di Isola del Gran Sasso.

 
 
Nell'ambito del Servizio Civile Universale è stato pubblicato un Bando per la selezione di 46.891 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile in Italia e all'estero e nei territori delle regioni interessate dal PON-IOG “Garanzia Giovani”.
 
Tra i progetti approvati e finanziati in Italia, nella Regione Abruzzo, ve ne sono due presentati dalla Cooperativa Sociale LABOR: "RESTART" con sede di accoglienza l'Associazione Focolare Maria Regina onlus e "HOPE" presso la Fondazione Istituto Maria Regina.
 
 
 

L’impiego dei volontari nei progetti decorre dalla data che verrà comunicata dal Dipartimento agli enti e ai volontari - tenendo conto, compatibilmente con la data di arrivo delle graduatorie e con l’entità delle richieste, delle date proposte dagli enti - secondo le procedure e le modalità indicate al successivo art. 6, a seguito dell’esame delle graduatorie.

La durata del servizio è di dodici mesi.

Ai Volontari in Servizio Civile Universale spetta un assegno mensile di 439,50 euro.

 

>>> Scarica qui il Bando di Servizio Civile Universale 2020

>>> Scarica qui la Guida per la candidatura al Servizio Civile Universale 2020

 

Requisiti e condizioni di ammissione

Possono partecipare alla selezione i giovani che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il 18° e non superato il 28° anno di età  (ossia 28 anni e 364 giorni), in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere cittadini italiani;
  • essere cittadini degli altri Stati membri dell’Unione europea;
  • essere cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia;
  • non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno […].

I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.

Non possono presentare domanda i giovani che:

  • abbiano già prestato o stiano prestando Servizio Civile Nazionale o Universale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
  • abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, oppure abbiano avuto tali rapporti di durata superiore a tre mesi nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del bando;
  • appartengano ai corpi militari e alle forze di polizia.

Possono invece ripresentare domanda i giovani che:

  • nel corso del 2020, a causa degli effetti dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, abbiano interrotto il servizio volontariamente o perché il progetto in cui erano impegnati è stato definitivamente interrotto dall’ente;
  • abbiano interrotto il Servizio Civile a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente che ha causato la revoca del progetto, oppure a causa di chiusura del progetto o della sede di attuazione su richiesta motivata dell’ente, a condizione che, in tutti i casi, il periodo del servizio prestato non sia stato superiore a sei mesi;
  • abbiano interrotto il Servizio Civile Nazionale o Universale a causa del superamento dei giorni di malattia previsti, a condizione che il periodo del servizio prestato non sia stato superiore a sei mesi;
  • abbiano già svolto il Servizio civile nell’ambito del progetto sperimentale europeo International Volunteering Opportunities for All e nell’ambito dei progetti per i Corpi civili di pace;
  • abbiano già svolto il “servizio civile regionale” ossia un servizio istituito con una legge regionale o di una provincia autonoma.
Possono inoltre presentare domanda di Servizio le operatrici volontarie ammesse al Servizio civile in occasione di precedenti selezioni e successivamente poste in astensione per gravidanza e maternità, che non hanno completato i sei mesi di servizio, al netto del periodo di astensione, purché in possesso dei requisiti di cui al presente articolo.
 
Infine, in deroga a quanto previsto all’articolo 14 del decreto legislativo 6 marzo 2017, n. 40, possono presentare domanda anche i giovani che, alla data della presentazione della stessa, abbiano compiuto il ventottesimo e non superato il ventinovesimo anno di età, a condizione che abbiano interrotto lo svolgimento del servizio civile nell’anno 2020 a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Presentazione delle domande

La domanda di partecipazione, indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto, deve essere presentata esclusivamente attraverso la Piattaforma DOL (Domanda on Line) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it entro e non oltre le ore 14.00 dell'8 febbraio 2021.
Oltre tale termine il sistema non consentirà la presentazione delle domande. Le domande trasmesse con modalità diverse non saranno prese in considerazione.
 
Per accedere ai servizi di compilazione e presentazione domanda sulla Piattaforma DOL, occorre che il candidato sia dotato dello SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), con un livello di sicurezza pari almeno a 2. Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale www.agid.gov.it/it/piattaforme/spid sono disponibili tutte le informazioni su cosa è SPID, quali servizi offre e come si richiede.

Si ricorda che è possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto ed un’unica sede, tra quelli elencati e riportati nella piattaforma DOL., pena l'esclusione.

 

 
 
 
Ente proponente: Cooperativa Sociale Labor  
Ente di accoglienza: Associazione Focolare Maria Regina onlus
 
 
 
 
   Ente proponente: Cooperativa Sociale Labor   
  Ente di accoglienza: Fondazione Istituto Maria Regina